Logotipo librería Marcial Pons
Storia dell'Italia fascista

Storia dell'Italia fascista
1922-1943

  • ISBN: 9788815290410
  • Editorial: Società Editrice Il Mulino
  • Lugar de la edición: Bologna. Italia
  • Colección: Le Vie della Civiltà
  • Encuadernación: Rústica
  • Medidas: 23 cm
  • Nº Pág.: 635
  • Idiomas: Italiano

Papel: Rústica
40,82 €
Sin Stock. Envío en 2/3 semanas.

Resumen

Dalla marcia su Roma al 25 luglio 1943, il volume ripercorre in un racconto puntuale e aggiornato i tratti salienti della vicenda ventennale del regime fascista e ne esamina le forme d’impatto sulla società italiana. Dopo un capitolo introduttivo sul primo dopoguerra, il fascismo delle origini e la marcia su Roma, sono analizzati l’instaurarsi e il consolidarsi della dittatura negli anni venti; i caratteri via via assunti negli anni trenta da un regime teso al totalitarismo; la natura, i limiti, il declino del consenso degli italiani; il mito dell’«uomo nuovo» e i disegni di fascistizzazione integrale della gioventù e non solo; i rapporti con la Santa sede; l’evolversi della politica estera dagli esordi di governo alle guerre d’Etiopia e di Spagna; l’Asse con Hitler e la politica razziale e antisemita; l’intervento nel secondo conflitto mondiale, le sconfitte militari e il collasso del regime certificato nella seduta del Gran consiglio del 24-25 luglio 1943.

Premessa
I. L’antefatto (1914-1922)
1. Guerra e dopoguerra: il «diciannovismo»
2. La «scoperta» dei ceti medi e il «vero» fascismo
3. Il «partito-milizia» e la «Marcia su Roma»
II. Il «Che fare?» del fascismo (1922-1925)
1. Governo di coalizione, fiducia parlamentare, illegalismo squadristico
2. Il trasformismo mussoliniano e la riforma elettorale maggioritaria
3. Dal delitto Matteotti al discorso del 3 gennaio
III. La dittatura (1925-1927)
1. L’abile mossa: Farinacci segretario del partito
2. L’intesa con Confindustria, la «battaglia del grano», il patto di Palazzo Vidoni
3. Carote ai fiancheggiatori, museruola allo squadrismo
4. La stagione degli attentati e l’accelerazione autoritaria
5. La liquidazione di Farinacci e la «battaglia della lira»
6. Napoleone o San Francesco, dittatura è fatta
IV. Il regime prende forma (1927-1935)
1. Il «ventottismo»
2. La Conciliazione, il «plebiscito» del ’29 e il «terzo tempo» della rivoluzione
3. La Grande crisi, la bonifica integrale e la «battaglia demografica»
4. «Lo Stato Fascista è corporativo o non è fascista»
V. L’«uomo nuovo» e i giovani (1927-1935)
1. Dal consenso alla rivoluzione antropologica? I mass media, la scuola, la cultura, la giustizia
2. Il Pnf da Turati a Starace
3. I Guf e la «questione dei giovani»
4. Lo scontro con la Chiesa per l’Azione Cattolica
VI. La politica estera dal «disarmo» all’impero (1929-1936)
1. Grandi e la Società delle nazioni
2. «L’Italia è rimasta gravida di disarmo»
3. Il Patto a quattro, Hitler e l’Austria, l’intesa Mussolini-Laval
4. La «perfida Albione» e la «Marcia su Addis Abeba»
VII. Verso un fascismo ulteriore (1936-1940)
1. Il paese e l’autarchia
2. Ripresa sindacale
3. Il passo totalitario del duce e il logoramento della monarchia
4. La Carta della scuola e la palla al piede dell’Azione Cattolica
5. La campagna antiborghese e la questione razziale
6. Antisemitismo di stato
VIII. A braccetto con Hitler? (1936-1938)
1. E fu la Spagna (e l’Asse)
2. Mussolini fra Hitler e Franco
3. Il «gentleman’s agreement» e Guadalajara
4. Santander e i conti che non tornano
5. L’Anschluss, gli Accordi di Pasqua, Monaco
IX. La «storica fesseria» dell’intervento (1938-1940)
1. Monaco non dura
2. Il Patto d’acciaio e il nodo polacco
3. «Non belligeranti» fra illusioni e angosce
4. «L’ora delle decisioni irrevocabili»
X. La vittoria che non c’è (1940-1941)
1. L’illusione della guerra breve
2. Finisce male la «guerra parallela»
3. Rimediano i tedeschi?
4. Un aiuto dal Giappone?
XI. Lo spettro della capitolazione (1941-1943)
1. Gli alti e bassi dello spirito pubblico
2. Rianimare il partito?
3. Alle piramidi?
4. Africa addio
XII. Il collasso del regime (1943)
1. Gli scioperi del marzo-aprile, Cianetti e le socializzazioni, gli ebrei
2. Scorza e il partito, Bastianini e il «Nuovo ordine », Pantelleria
3. «Husky» e il 25 luglio
Indice dei nomi

Resumen

Utilizamos cookies propias y de terceros para mejorar nuestros servicios y facilitar la navegación. Si continúa navegando consideramos que acepta su uso.

aceptar más información